Muraro: Denuncerò il marcio, Ama deve cambiare
"Parlerò" davanti alla commissione Ecomafie "perché c'e' un sistema da cambiare

"Parlerò" davanti alla commissione Ecomafie "perché c'e' un sistema marcio da cambiare. L'altra settimana abbiamo iniziato a lavorare alla ristrutturazione dell'azienda. Ma non sono riuscita a ufficializzarla perche' subito e' arrivato l'attacco. Solidoro e' andato via e il direttore generale Stefano Bina va aiutato, va difeso. Viene da un'altra realta', diversa da quella romana". Così a La Repubblica, l'assessore all'Ambiente del Comune di Roma, Paola Muraro. "Il problema e' all'interno dell'azienda - aggiunge Muraro - L'ordine di servizio che avrebbe dovuto rimettere tutto in ordine e' saltato perche' lo ha deciso la vecchia politica. Destra e sinistra hanno fatto fronte comune contro il cambiamento. Cercano di fermarmi, di farmi desistere. Ma vado avanti. Fosse la sola cosa che faro', Ama deve cambiare per il bene dei romani".

Poi aggiunge: "Siamo allineati, con tutta la giunta. In primis Virginia Raggi. Poi basta ascoltare Luigi Di Maio. Lo ha gia' detto: ora iniziano i problemi e vengono dai poteri forti. Comunque, lo ripeto, non ho ricevuto nulla dalla procura". Sulla differenziata Muraro spiega: "La differenziata è nulla in confronto al resto. I problemi sono in Ama, tutti nascosti al suo interno. In azienda ho trovato un sistema ricattatorio a danno degli operatori, che lavorano tutti i giorni in condizioni precarie".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata