Morto l'economista Luigi Spaventa. Napolitano: Un amico dei più cari

Roma, 6 gen. (LaPresse) - E' morto oggi a Roma l'economista Luigi Spaventa, aveva 78 anni. Spaventa è stato ministro del Bilancio e della Programmazione economica sotto il Governo Ciampi e presidente della Consob dal 1998 al 2003.

"Profondamente addolorato per la perdita di un amico dei più cari, rendo omaggio alla memoria dello studioso e dell'uomo pubblico che ha come pochi altri negli scorsi decenni lasciato un'impronta inconfondibile nello sviluppo delle conoscenze economiche e nell'esercizio di responsabilità rilevanti per il progresso civile e culturale del paese". E' questo un passaggio del messaggio che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha mandato alla famiglia di Spaventa, appena appreso della sua morte. "È stato - prosegue il capo dello Stato - docente universitario esemplare, maestro di brillanti economisti di diverse generazioni, protagonista sapiente del dibattito internazionale sui problemi dell'economia, parlamentare e ministro di alto livello e assoluto rigore, titolare impeccabile di incarichi delicati come quello di presidente della Consob. E resta egualmente indimenticabile il suo fervore umano, la ricchezza dei suoi interessi culturali, l'equanimità sempre mostrata nei giudizi sui fatti e sulle persone, la generosità della sua amicizia. Alla moglie e ai figli le mie più commosse condoglianze".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata