Monti: Rischio inflazione in Germania, non ci serve fondo salva-Stati

Milano, 29 ago. (LaPresse) - "Agosto non è stato negativo sui mercati, ma è solo il 28: meglio essere prudenti". Comincia così il colloquio del premier Mario Monti con il 'Sole 24 ore' pubblicato nel giorno della sua visita a Berlino per incontrare Angela Merkel. Monti ribadisce il buon esito degli impegni presi dall'Italia "ma senza la risposta europea" tutto sarebbe stato inutile perché "la soluzione alle tensioni sugli spread passa necessariamente per uno sforzo collettivo di stabilizzazione e crescita". Nessuna anticipazione sui colloqui con la cancelliera, ma spiega Monti i tedeschi hanno un alto rischio inflazione visti i tassi attuali ed in tal senso "precludere alla Bce, come vorrebbe la Bundesbank, interventi sul mercato dei titoli di Stato, potrebbe rivelarsi un autogol". Scenario che la Merkel non vuole vedersi realizzare a pochi mesi dal voto. Confermando che l'Italia non ha bisogno dell'intervento del fondo salva-Stati, Monti spiega che la Bce può intervenire anche autonomamente. Sul dopo Monti, il premier rassicura i Governi stranieri: "L'Europa e i suoi trattati offrono un guarda rail contro gli eccessi di creatività". La vera sfida per Monti però è quella interna, con solo 40 dei 400 decreti attuativi delle riforme varate da novembre già approvati: "Abbiamo poco tempo, dobbiamo avere grande attenzione". Tra le misure "da fare" Monti segnala: certificazione ambientale unica, nuove regole sugli appalti, carta d'identità elettronica.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata