Monti: Non sono servitore di multinazionali

Roma, 17 nov. (LaPresse) - "Per quanto riguarda l'atteggiamento del Governo o dei suoi membri nei confronti dei poteri forti o superpotenze negli Usa e in Europa, permettetevi di rassicurarvi totalmente anche perchè le nostre modeste sotrie personali parlano in questo senso. Quando mi è capitato di essere commissario europeo a Bruxelles, non sono sicuro che le grandi multinazionali mi abbiano accolto come un loro devoto e disciplinato servitore". Lo ha detto il presidente del Consiglio dei ministri, Mario Monti, parlando in aula al Senato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata