Minoranza dem attacca Zanetti: Governo debole contro evasione, chiarisca

Roma, 26 ott. (LaPresse) - "L'affondo del sottosegretario Zanetti contro l'agenzia delle entrate è inaccettabile. Ancora un segnale preoccupante che nel governo c'è chi lavora per allargare le maglie della lotta all'evasione fiscale. E il momento che Padoan chiarisca qual'è la posizione del governo su un tema così delicato". Così il deputato Pd Roberto Speranza, voce della minoranza Dem in merito all'attacco di Zanetti a Rossella Orlandi, numero uno dell'Agenzia delle Entrate.

L'ATTACCO DI ZANETTI. "Se continua ad esternare il suo malessere e a dire che l`Agenzia muore, le dimissioni diventano inevitabili". Enrico Zanetti, segretario di Scelta Civica e sottosegretario all'Economia, in un'intervista a Repubblica, ha parlato di Rossella Orlandi, numero uno dell'Agenzia delle Entrate. "Le parole della Orlandi, sempre che non le smentisca o le ridimensioni, sono incompatibili con qualsiasi ipotesi di leale collaborazione col governo che l'ha nominata", ha spiegato Zanetti.

"Il direttore dell`Agenzia delle Entrate non è il ministro delle Finanze. La politica fiscale la fa il governo. L'Agenzia deve fare i controlli, non decidere quali. È una voce che ascoltiamo, per carità. Ma non sempre condividiamo. E quando si sceglie una linea, il direttore si adegua ed esegue. Zitti e pedalare. Altrimenti è libero di andare da un`altra parte", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata