Milano, vicesindaca: Prendo testimone Sala con impegno
Il primo cittadino si era autosospeso perché indagato

"Nella consapevolezza che Milano e anche il sindaco Sala c'è, sono due le parole che mi mi aiutano a prendere il testimone e che mi portano qui: sono impegno e determinazione". Lo ha detto la vicesindaca di Milano, Anna Scavuzzo, all'incontro 'Dagli scali, la nuova città', a Milano, dopo l'autosospensione del sindaco Beppe Sala, indagato nell'ambito dell'inchiesta sulla 'Piastra' di Expo."Come sono andate le prime 24 ore da sindaco? Intense, però Milano è amministrata da una macchina articolata e, quindi, non sono da sola", ha proseguito Scavuzzo, sottolineando: "Se mi aspetto tempi brevi sull'autosospensione del sindaco? Non so dire quanto durerà questo periodo, spero che duri il meno possibile però bisogna studiare le carte e capire di che cosa si tratta. Credo che ce lo auguriamo tutti, dal primo cittadino all'ultimo".

LEGGI ANCHE Expo, Sala indagato si autosospende: Non conosco accuse

A proposito del tema della riqualificazione degli scali ferroviari, all'ordine del giorno, ma allargando il discorso anche al lavoro dell'amministrazione con la linea guida del 'fare Milano', Scavuzzo ha aggiunto: "C'è l'impegno a trasformare i sogni in progetti. Serve grande fiducia e grande rispetto. Abbiamo non soltanto il diritto ma anche il dovere di dare le gambe a dei sogni. Riprenderemo da qui, con la determinazione di portare avanti la riqualificazione degli scali ferroviari" e gli altri progetti per la città.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata