Migranti, Salvini: sanatoria folle, regalo alla malavita
Migranti, Salvini: sanatoria folle, regalo alla malavita

Il leader della Lega su Facebook: folle e criminogeno, non è aiuto alle aziende o ai lavoratori 

"Soldi agli agricoltori, no a sanatorie per i clandestini. Questa è una maxisanatoria per centinaia di immigrati irregolari che non hanno contratti di lavoro in tasca. E' folle e criminogena. Non è un aiuto a aziende o lavoratori, ma un regalo alla malavita e una sanatoria per migliaia di persone che non lavorano, bensì bivaccano". Così Matteo Salvini in una diretta su Facebook. Il leader della Lega ha accusato il PD e il Governo "Il governo e il Pd gettano la maschera: la sanatoria sarà senza limiti, né per quantità di immigrati, né per durata. Li fermeremo".

"Nessuno pensi di tenere ancora in ostaggio l'Italia per settimane o per mesi - ha poi continuato Salvini -  Noi stiamo provando a superare i problemi, aiutando gli italiani a tornare a uscire, vivere, lavorare. Mettendo i nostri figli in mano a Berlino o a Pechino, non si va da nessuna parte".

 "Ai decreti che portano in parlamento presenteremo due proposte: taglio drastico della burocrazia, modello Genova e poteri speciali ai sindaci. Azzerare la burocrazia che sta ammazzando l'Italia e imprese le italiane - ha detto Salvini - Non possiamo più stare zitti di fronte al disastro economico cui rischiamo di andare incontro", ha proseguito. "E poi stop agli 8 milioni di caselle esattoriali, con rottamazione e stralcio. Adesso o mai più, pagare meno per pagare tutti. Se una parte dei 55 miliardi anziché in mancette e redditi di cittadinanza fosse investita nel taglio delle tasse e della burocrazia, l'Italia ripartirebbe. E su questo noi insisteremo". 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata