Migranti, Salvini: Giudici non attaccano me ma sovranità nazionale

Milano, 21 dic. (LaPresse) - "Il popolo è in cammino e quando un popolo sente il profumo della libertà non ci sono manette che tengano". Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini al congresso straordinario del partito convocato a Milano. "Questi giudici non attaccano me - ha sottolineato Salvini - attaccano un popolo e la sovranità nazionale, il diritto alla sicurezza e alla difesa dei confini".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata