Migranti, Msf: Torniamo in mare con nave norvegese per salvare vite-3-

Milano, 21 lug. (LaPresse) - "Fino a quando i governi europei rifiuteranno di assumersi le loro responsabilità di ricerca e soccorso, e finché le persone continueranno a fuggire dalla Libia, ci sarà bisogno di navi umanitarie nel Mediterraneo. Il lavoro di Msf - si legge ancora nella nota - è guidato da principi umanitari e non possiamo fare a meno di provare a impedire che le persone anneghino in mare e portarle in luoghi sicuri, dove chi necessita di protezione internazionale possa richiedere asilo alle autorità competenti, come previsto dalle leggi internazionali".

Medici senza frontiere comunica poi alcune informazioni riguardanti l'Ocean Viking e specifica che si tratta di "una nave norvegese che batte bandiera norvegese. L'armatore della nave è norvegese. È una nave di rifornimento originariamente concepita per effettuare soccorsi in mare, come Nave per la risposta e il soccorso di emergenza (Errv) - una tipologia di nave che resta in standby in mare pronta a soccorrere il personale delle piattaforme petrolifere e a intervenire in caso di incidenti che coinvolgono un numero elevato di persone". L'imbarcazione "è stata costruita nel 1986, è lunga 69 metri e larga 15,5. Ha tutta l'attrezzatura necessaria a svolgere operazioni di ricerca e soccorso, inclusi quattro motoscafi veloci (RHIB) e una clinica con aree per le consultazioni, il triage e il ricovero. La nave può ospitare fino a 200 persone". "Il team di Msf, responsabile per i bisogni medici e umanitari delle persone soccorse a bordo, è composto da nove persone: quattro staff medicali (un medico, due infermieri, un'ostetrica), un logista, un mediatore culturale, un responsabile per gli affari umanitari, un responsabile della comunicazione e un capoprogetto che coordina la squadra. Il team di SOS Méditerranée, responsabile per le operazioni di ricerca e soccorso, è composto da dodici persone, sotto la guida del coordinatore Sar. Altre nove persone fanno parte dell'equipaggio della nave e lavorano per l'armatore", conclude la nota.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata