Migranti, Di Maio: "D'ora in poi li portiamo a Marsiglia"

"D'ora in poi quelli che vogliono sbarcare glieli portiamo a Marsiglia, chiederò a Ue sanzioni contro quei paesi che colonizzano l'Africa", così il vicepremier Luigi Di Maio dai microfoni di Rtl 102,5 parla della nuova emergenza migranti esplosa nelle ultime ore. Poi sul su reddito di cittadinanza e quota 100: "Io di manine non sono preoccupato in questo momento perché il decreto è legge e un grande abbraccio va a tutti quelli che dicevano che non si poteva fare". Sulla Tav, che è stata sottoposta a un'analisi dei costi benefici afferma: "Se dovesse dire che stiamo buttando soldi solo un pazzo andrebbe avanti". Una battuta poi sul baciamano ricevuto da Salvini ad Afragola: "È successo anche a me, ma quando accade ritraggo la mano e dico 'non ti permettere mai più".