Mediaset, rinvio all'8/2 dopo abbandono aula di Longo e Ghedini

Milano, 1 feb. (LaPresse) - I giudici della seconda Corte d'Appello di Milano hanno respinto l'istanza, presentata da tutti gli avvocati degli imputati al processo Mediaset, di revocare l'ordinanza con cui avevano respinto le rischieste di sospensione del processo e di legittimo impedimento per Silvio Berlusconi. Il collegio presieduto da Alessandra Galli, però, ha rinviato all'8 febbraio prossimo il processo. La decisione, come ha spiegato in aula la presidente Alessandra Galli, è motivata dalla necessità di dare il tempo agli avvocati Piero Longo e Niccolò Ghedini, che oggi hanno abbandonato l'aula, di consultare il loro assistito sull'eventuale rinuncia al loro mandato. I due avvocati di fiducia del Cavaliere, in quest'ultima fase del procedimento, sono stati sostituiti dal collega Salvatore Verdoliva, nominato avvocato d'ufficio di Berlusconi com'era avvenuto anche nell'ultima udienza. Assenti anche tutti i difensori degli altri 7 imputati, sostituiti dall'avvocato Capaldo. Nella prossima udienza potrebbe quindi iniziare la requisitoria del sostituto pg Laura Bertolé Viale che era prevista per oggi. Il collegio presieduto da Alessandra Galli ha anche fissato le prossime date del processo per il 2,9, 16 e 23 marzo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata