Mattarella: Non c'è movimento che possa metter in discussione prospettiva Ue

Roma, 14 set. (LaPresse) - "Non c'è movimento che possa mettere in discussione questo valore storico, però va fatto comprendere con maggiore efficacia" che all'inizio degli Anni Cinquanta si è deciso di condividere carbone e acciaio, nel preludio di quella che sarebbe stata l'Unione europea, per "abbandonare il passato, mettendo assieme il futuro degli europei". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento alla conferenza 'Arraiolos' a Riga, in Lettonia. Il concetto di condivisione del futuro, ha ammesso Mattarella, "è oggi messo in discussione ed in crisi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata