Mattarella: Liberiamo la Ue dagli egoismi nazionali

Roma, 27 lug. (LaPresse) - "Dobbiamo liberare l'Europa dagli egoismi nazionali". A dirlo è il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, intervenendo all'undicesima conferenza degli Ambasciatori d'Italia, in corso alla Farnesina. "C'è bisogno di rilancio - ha continuato - vogliamo che l'Europa si rianimi: occorre coraggio e una visione più grande dei presunti interessi contingenti e del senso di equità". L'Ue "si rafforzerà - secondo il presidente della Repubblica - soltanto se le istanze territoriali si restringeranno invece che allargarsi e se ci sarà collaborazione tra i paesi sulle politiche economiche".

"L'aria che si respira mi ricorda quella del post fallimento della Ced. In quell'ambito ci fu la conferenza di Messina e il trattato di Roma: dall'emergenza si può rinascere. Alle regole comuni vanno affiancate le istituzioni comuni nell'Ue. L'idea di più Europa appartiene alla categoria delle grandi scelte strategiche. L'Italia è protesa verso questo traguardo" ha concluso il presidente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata