Mattarella in missione in Russia: Con Mosca solida amicizia malgrado le difficoltà
Nel pomeriggio incontro con Putin. Alfano dal vertice G7: Coinvolgerla e non isolarla sulla transizione politica in Siria

I rapporti tra Russia e Italia devono avere "la prospettiva di accrescimento" basandosi già su una "amicizia solida malgrado le difficoltà nel contesto internazionale e del difficile rapporto che si è creato da alcuni anni tra la Russia e l'unione europea". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, parlando in ambasciata a una ristretta rappresentanza italiana a Mosca. "Il rapporto di amicizia tra i nostri due Paesi è rimasto molto forte  - ha aggiunto - con la volontà  di superare con il dialogo le difficoltà". Oggi nel pomeriggio atteso l'incontro con Vladimir Putin al Cremlino.
 

Prima però il capo dello Stato ha incontrato il premier Medvedev:  I rapporti  tra Italia e Russia "sono buoni e di partenariato, nonostante il fatto che oggi i nostri rapporti con l'Ue forse si trovano ad un punto abbastanza difficile, complicato. Ma siamo pronti a ristabilire la dinamica dei rapporti con tutti i paesi". Così il primo ministro russo incontrando il presidente della Repubblica. Negli ultimi tre anni  l'interscambio tra i due paesi, ha spiegato "si è ridotto di 2,5 volte" per "ragioni oggettive, cioè il cambiamento dei prezzi di tutta una serie di merci, e ragioni soggettive, cioè le misure adottate ultimamente che non favoriscono lo sviluppo dei rapporti". Medvedev ha poi aggiunto che tra Italia e Russia ci sono "rapporti in vari campi: in campo economico, energetico, industriale, commerciale, degli investimenti, nel campo della cultura e dell'istruzione. Tutto questo è molto importante e spero che la sua visita favorirà il rafforzamento di questi rapporti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata