Mattarella a Jakarta: Riforme incisive, l'Italia impegnata in profondo rinnovamento

Jakarta, 9 nov. (LaPresse) - "L'Italia è impegnata in un profondo rinnovamento". E' quanto sostenuto dal presidente Mattarella in visita a Jakarta, in Indonesia.

E ancora il presidente sostiene: "Dal 2012 sono state impostate ed approvate alcune riforme importanti finalizzate a rendere l'Italia più competitiva. Faccio riferimento alla riforma del sistema previdenziale, quella del lavoro e quella, più recente, della Pubblica Amministrazione" ha dichiarato.

"Dopo quasi 3 anni di contrazione, quest'anno il Pil tornerà a crescere. Si tratta di una prima inversione di tendenza, che tutte le previsioni vedono confermata anche nel 2016, quando l'Italia dovrebbe ritornare a un tasso di crescita intorno all'1,5 per cento. Contemporaneamente, segnali positivi arrivano anche sul fronte dell'occupazione". Ha detto ancora il presidente della Repubblica. Poi sul Senato: "La fine dei bicameralismo paritario è un'incisiva riforma istituzionale, tesa a differenziare le competenze della Camera dei Deputati dal Senato e quindi a rendere più rapide le procedure legislative".

Tra Italia e Indonesia ci sono "valori comuni e condivisi, quali tolleranza, dialogo, rispetto dei diritti altrui, hanno immediatamente portato ad individuare un interesse nel visitare il vostro Paese nel mio primo viaggio in Asia". Sottolinea il Presidente della Repubblica. "Risulta naturale, su questa base, rafforzare un rapporto, una relazione stretta su diversi piani, fra Paesi pur geograficamente distanti come sono Indonesia e Italia - prosegue il capo dello Stato - I valori fondanti di una nazione nascono dalla sua storia, dal lungo e non facile percorso che, nel nostro caso, ha portato Indonesia e Italia ad essere quel che sono adesso. Quanto più la storia diviene memoria condivisa, tanto più i valori cardinali delle nostre società possono sedimentarsi e proiettarsi nel futuro, nella consapevolezza che nessuna conquista è per sempre e che i valori vanno fatti rivivere nel quotidiano" ha concluso Mattarella.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata