Marò, Saltamartini (Ncd): Da Onu altro schiaffo, Renzi passi ai fatti

Roma, 6 gen. (LaPresse) - "Un nuovo schiaffo all'Italia sulla vicenda dei nostri due marò. L'Onu prende le distanze, ribadendo oggi che non vuole essere coinvolta nel braccio di ferro del nostro governo con l'India. E' chiaro che, comunque, non possiamo rimanere a guardare. La politica non può dimenticarsi dei due marò, non ci si può concentrare solo sul toto-nomi del post Napolitano e sulla legge elettorale. Senza aspettare altro tempo bisogna trovare una soluzione". Così il deputato Ncd Barbara Saltamartini in un post su facebook.

"Latorre - sottolinea - non è assolutamente nelle condizioni di tornare in India, a seguito del suo intervento al cuore, ma bisogna fare di tutto per riportare a casa anche Girone. La stessa Federica Mogherini, in qualità di Alto rappresentante Ue per la politica estera, non può sottrarsi come se nulla fosse. Qualcuno sembra dimenticare, infatti, che i nostri due soldati stavano svolgendo una missione antipirateria e quindi coperta da trattati internazionali ed europei. Il silenzio dell'Onu e dell'Europa impongono quindi all'Italia soluzioni estreme quali il ritiro dalle missioni internazionali".

"Per questo chiediamo che il governo venga a riferire immediatamente in aula su quali iniziative intenda prendere per porre fine a questa paradossale vicenda che ormai si protrae da più di tre anni. Ne va della dignità e della stessa sicurezza dei nostri 4mila soldati impegnati nel mondo a portare la pace. Renzi dia ritmo e velocità anche a questa vicenda e passi dalle tante belle parole ai fatti", conclude Saltamartini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata