Mare Jonio, Paragone: "E' la posizione del governo, se no rischiamo di essere schizofrenici"

"Penso che tutte le volte che ci ritroviamo con una situazione analoga l'atteggiamento del governo è questo e rimanda quel trattato di Dublino che è difficile da cambiare". Così il senatore M5S, Gianluigi Paragone, arrivando a palazzo Madama e parlando della vicenda Mare Jonio. "Non si può parlare di posizione di Salvini o Lega. Se è la posizione del ministro questa è la posizione del Governo; non mi sembra che Salvini sia un ministro di un governo lunare. O è ministro di questo governo, e se lo ricorda sempre, o diventa un ministro lunare. Ma per me è un ministro del mio governo". Poi sul voto di mercoledì sul processo a Salvini sul caso Diciotti. "Sappiamo che nel nostro gruppo ci sono criticità ma poi abbiamo fatto una votazione sulla piattaforma Rousseau. L'atteggiamento per ripicca lo reputo infantile". "Espulsioni in caso di voto contrario? O le regole valgono o siamo alle solite: ognuno si prenda le sue responsabilità".