Marcucci: "Ipotesi voto a luglio o primi settembre"
"Prima si va al voto, meglio è. Diciamo fine luglio o primissimi di settembre". Così il capogruppo del Partito Democratico al Senato, Andrea Marcucci. "Ci sono regole e leggi, ma per la crisi e per la situazione causata dalla volontà di Lega e Movimento Cinque Stelle di non far partire il governo, forse anche spaventati in quello che avevano scritto nel contratto, che era irrealizzabile, si è arrivati a una crisi generale del Paese", ha aggiunto Marcucci.