Manovra, Tria: "Ridurremo deficit del 4,5% in tre anni"

Una manovra "espansiva" ma "non temeraria", che prevede una riduzione del rapporto debito-Pil "che in realtà non ci soddisfa" ma che "avverrebbe comunque per la prima volta". Il ministro dell'Economia Giovanni Tria parla dal palco dell'Assemblea di Assolombarda e commenta le misure volute dal governo in fatto di conti: "L'obiettivo di questo governo è ridurre il deficit del 4,5% nel prossimo triennio per attestarci al 126,7%, un risultato che non si può raggiungere con austrerity". Investimenti, dunque, ma con oculatezza. Per Tria la manovra "non mette in nessun modo in pericolo la tenuta dei conti pubblici" italiani.