Manovra, Giorgetti: Ue chiedeva 1.6% deficit, chiuso a ragionevole 2,04

Roma, 20 dic. (LaPresse) - "Il compromesso" con la Commissione Ue "lo valuto un buon risultato. Ci ha convinto il fatto che poteva essere raggiunto senza rinunciare ai due pilastri su cui avevamo costruito la legge di Bilancio, cioè reddito di cittadinanza e superamento della legge Fornero". Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, parlando alla stampa estera. "Molto della trattativa è appartenuta al gioco negoziale delle parti - aggiunge -. Ad esempio, la commissione Ue è partita con una richiesta di deficit di 1.6, poi i negoziati hanno fatto in modo di chiudere con un ragionevole, a nostro parere, 2.04%", aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata