Manovra, Di Maio: Ue? Ci chiede rinuncia a uniche 2 misure irrinunciabili

Roma, 10 dic. (LaPresse) - "Sia ben chiaro che le proposte dell'Ue che si leggono sui giornali oggi presuppongono un tradimento degli italiani, io gli italiani non li tradisco". Lo ha dichiarato il vicepremier Luigi Di Maio, dopo la firma del Protocollo di Intesa tra Mise e Regione Lazio per la diffusione di connettività wi-fi e piattaforme intelligenti sul territorio italiano, riferendosi a possibili limitazioni di platea al reddito di cittadinanza e ad una ipotesi di quota 100 da realizzare, al momento, solo per il 2019.

"Se si vogliono trovare delle soluzioni di compromesso tra Italia e Ue bene, sono il primo a spingere in quella direzione, ma non tradirò le promesse ai cittadini - ha aggiunto - Il bilancio dello stato è di centinaia di miliardi di euro, noi spendiamo 15 miliardi per mandare in pensione le persone e per trovare lavoro a giovani e meno giovani e tutti pensano a questi 15 mld e non agli altri soldi da rimodulare. Qui si sta chiedendo di rinunciare alle uniche due misure irrinunciabili".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata