Il Consiglio dei Ministri approva il DEF, l'IVA non aumenterà
Il Consiglio dei Ministri approva il DEF, l'IVA non aumenterà

Nel 2020 deficit al 2,2%. Confermato il taglio del cuneo fiscale su lavoro per aumentare gli stipendi medio-bassi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la la nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza. La manovra per il 2020 sarà di circa 29 miliardi. Confermato il blocco dell'aumento dell'IVA e il taglio del cuneo fiscale su lavoro per aumentare gli stipendi medio-bassi. "Definiamo uno scenario solido e volto al sostegno della crescita del Paese", sostiene il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri. Il governo pensa inoltre a un incentivo per chi utilizza le carte di credito per contrastare l'evasione fiscale. "Dobbiamo recuperare il gap con l'Europa sulle transazioni elettroniche senza penalizzare nessuno. Un obiettivo del governo è pagare tutti per pagare meno", puntualizza il premier Giuseppe Conte, che poi rassicura: "State tranquilli, abbiamo un obiettivo chiaro e preciso, a cui arriveremo come vogliamo noi. È una sfida ardua, un'asticella elevata, ma se non fossimo stati ambiziosi non ci saremmo nemmeno cimentati in questa sfida di governo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata