M5S, Spadafora: Non dovremmo correre in E.Romagna e Calabria

Roma, 21 nov. (LaPresse) - "A distanza di 10 anni il Movimento 5 Stelle ha raggiunto alcuni dei risultati che si era prefissato: la lotta alla casta e alla corruzione, il cambio del vecchio sistema dei partiti, l'importanza della democrazia diretta, fino al risultato straordinario del 4 marzo 2018". Lo scrive su Facebook il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. "Oggi dobbiamo dimostrare lo stesso coraggio di allora: fermiamoci a riflettere su come migliorare il Movimento, anche alla luce dei risultati elettorali che non ci hanno premiato a livello locale, e su come rilanciare con nuove idee la nostra visione dell'Italia per i prossimi 10 o 20 anni - aggiunge -. Gli attivisti e i portavoce in Emilia Romagna e in Calabria hanno fatto un lavoro straordinario in questi anni sui territori che non sarà e non deve essere disperso ma penso che non dovremmo impegnarci nei prossimi mesi nelle campagne elettorali in Emilia Romagna e in Calabria per mettere invece tutti in condizione di partecipare ad un percorso in cui la priorità sia il M5S, per ripartire dalle sue origini visionarie, da nuove parole, da temi inediti; dalla capacità innanzitutto di generare la voglia di immaginare un Paese diverso e partecipare alla sua costruzione. Una pausa prima del nuovo lancio", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata