M5s, Raggi: "Non mi ricandido, sarebbe un successo arrivare alla fine di questo mandato"
Secondo la regola dei 2 mandati (ne ha fatto uno da consigliera) la sindaca di Roma non potrebbe ripresentarsi

Non si ricandida rimanendo fedele alle regole. La sindaca di Roma, Virginia Raggi, chiude così le polemiche suscitate dal primo cittadino di Pomezia, polo industriale alle porte della capitale, Fabio Fucci, che ha chiesto la possibilità di essere ricandidato.

Dal 2011 nel consiglio comunale di piazza Roma, poi sindaco dopo la vittoria con il 60 per cento dei voti nel 2014 contro il candidato del centrosinistra Omero Schiumarini, Fucci protesta contro la regola dei due mandati di Casaleggio e associati. Fucci, inoltre, ha le deleghe di vicesindaco della Città Metropolitana. Per ora sono date in 'bilico' dopo la volontà espressa dallo stesso Fucci di ricandidarsi.

Raggi, invece, fedele alle regole, ha annunciato che non si ricandiderà. "In base alla regola dei due mandati direi di no, - sottolinea - la regola è chiara e ce la siamo data". A chi le sottolineava che servono due mandati per completare l'opera di un sindaco la Raggi ha risposto: "Intanto direi che arrivare viva alla fine di questo mandato sarà un grandissimo successo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata