M5S, Pizzarotti: Autogol pazzesco la mia sospensione
Il sindaco di Parma: Eravamo separati in casa

Roma, 14 mag. (LaPresse) - "Per star così, cosa cambiava: eravamo separati in casa. Mai un sostegno, mai una chiamata. Ho il dispiacere per la disaffezione che proverà la nostra gente: politicamente è un autogol pazzesco. Siamo stati un esempio, ma abbiamo perso il senso del limite, abbiamo sbracato". Lo dice, intervistato dal Corriere della Sera, Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, sospeso dal Movimento 5 Stelle e indagato per abuso d'ufficio.

I pentastellati, spiega, "stanno ignorando tante regole" e questo "è altamente irresponsabile", quindi non esclude l'eventualità di fare causa al Movimento. Nessun ricorso, però, assicura: "Ha senso rimanere dove non ti vogliono? No. Può aver senso chiedere giustizia: su questo si può ragionare".  "Sono deluso - ammette Pizzarotti - dall'atteggiamento irresponsabile: non è non dando risposte che si risolvono i problemi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata