M5S, hacker 'bucano' ancora rete sicurezza piattaforma Rousseau
L'autore è sempre Rogue0, che mesi fa violò gli scudi della Casaleggio Associati. Vuole dimostrare di essere riuscito ad aggirare le protezioni informatiche che sono state rafforzate

Nuovo 'buco' nella rete di sicurezza della piattaforma Rousseau, il cuore della democrazia del Movimento 5 Stelle. Dell'account Twitter Rogue0, lo stesso che mesi fa violò gli scudi della Casaleggio Associati, torna nuovamente a cinguettare nomi, cognomi e cifre di alcuni donatori del luglio scorso pubblicati sul sito privatebin.net.

Per dimostrare di essere riuscito ad aggirare le protezioni informatiche che, a detta del presidente dell'Associazione Rousseau, Davide Casaleggio, erano state rinforzate dopo il primo attacco. Motivo per cui è ancora aperta una procedura di verifica del Garante per la privacy.

Erano in programma votazioni su Lex iscritti e per comporre le liste di candidati alle prossime elezioni regionali in Abruzzo e Sardegna. Dovevano iniziare alle 10 e terminare alle 20.30, ma al momento la piattaforma non fornisce indicazioni se il voto è in corso o meno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata