M5S, Grillo attacca Rodotà: Miracolato dalla rete

Roma, 30 mag. (LaPresse) - "Dopo le elezioni comunali parziali che storicamente, come qualsiasi asino sa, sono sempre state diverse come esito e peso rispetto a quelle politiche, c'è un fiorire di maestrini dalla penna rossa. Sono usciti dalle cantine e dai freezer dopo vent'anni di batoste e di vergogne infinite del loro partito, che si chiami pdmenoelle o Sel, non c'è differenza. In prima fila persino, con mio sincero stupore, un ottuagenario miracolato dalla Rete, sbrinato di fresco dal mausoleo dove era stato confinato dai suoi a cui auguriamo una grande carriera e di rifondare la sinistra". Con queste parole Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, attacca dal suo blog l'ex candidato del M5S per la presidenza della Repubblica Stefano Rodotà, dopo che questi aveva detto che Grillo ha sbagliato a dare la colpa della sua sconfitta alle comunali agli italiani.

"E' tornato in grande spolvero il supercazzolaro - rincara la dose Grillo - che non sa nulla né di Ilva, né degli inceneritori concessi alla Marcecaglia, è come le vecchie di 'Bocca di Rosa'". "I maestrini dalla penna rossa - scrive ancora Grillo - sono usciti dal libro Cuore... Mentono agli elettori, fanno inciuci, usano la fionda contro i passerotti e poi nascondono la mano".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata