M5S, Grillo a Genova lancia referendum contro l'euro

Genova, 13 dic. (LaPresse) - "Dobbiamo organizzarci per fare delle riunioni segrete noi eversori, dobbiamo riunirci come carbonari per poter parlare di onestà". Lo ha detto Beppe Grillo firmando al banchetto del Movimento 5 Stelle di via San Lorenzo a Genova la sottoscrizione per l'uscita dall'euro promossa dal movimento.

"Questa iniziativa - ha spiegato - è uno dei pochi sprazzi di democrazia con leggi di iniziativa popolare, che sono le pochissime forme per fare votare i cittadini su cose che li riguardano. E' una cosa normalissima, non rivoluzionaria, ma in Italia tutto ciò che di buon senso, normale e onesto è considerato azione eversiva, siamo noi gli eversori". "Con l'attivismo dobbiamo recuperare un rapporto che abbiamo forse trascurato per altre cose, ma il movimento è questo, nasce da qui con queste cose", ha continuato.

"Il movimento 5 stelle è ecumenico - ha risposto poi a un giornalista che gli chiedeva se un esponente del Pd potrebbe entrare nel movimento - entra chiunque basta che sia incensurato, non abbia fatto più di due legislature e non sia iscritto alla massoneria. Le caratteristiche sono semplici".

"Noi siamo gli eversori - ha proseguito - ma basta sentire le intercettazioni. Gli altri partiti continuano a proibire le intercettazioni di senatori inquisiti e poi vanno in tv a dire che vogliono la legalità e le leggi anti corruzione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata