M5S conquista Roma e Torino. Grillo: Ora puntiamo al Governo
Ai dem vanno Milano e Bologna. A Napoli vince De Magistris

Domina il M5s, scende il Pd che ammette la sconfitta e comincia a fare ammenda e analisi. Le donne del Movimento 5 Stelle trionfano conquistando Roma e Torino. Virginia Raggi è il nuovo sindaco della capitale, che ha doppiato lo sfidante del Pd Roberto Giachetti. Già prima della mezzanotte il candidato dem ha telefonato all'avversaria per complimentarsi. "Hanno vinto tutti i cittadini romani, li ringrazio. È' un momento storico, segna una svolta, per la prima volta un sindaco donna. Lo dobbiamo al M5S, a Gianroberto Casaleggio, a Grillo", il commento della vittoria. 

IL SOGNO DI GRILLO. Dopo aver conquistato Roma e Torino, ora Grillo vuole di più: "Avevano detto che il Movimento non avrebbe mai sfondato, invece ora ci troviamo a dover cambiare il futuro, a dover cambiare la quota e puntare quindi al Governo nazionale".

"La chiamano allucinazione non sogno, io e Gianroberto fummo i tessitori di questa allucinazione, perché era una missione impossibile", prosegue il leader M5s uscendo dall'hotel Forum a Roma. "Oggi c'è  un paragone che reputo importante - spiega - dieci anni fa i tecnici migliori della aeronautica mondiale hanno detto che l'aereo di Piccard" a energia solare "non avrebbe mai potuto fare il giro del mondo, dieci anni fa i tecnici migliori della politica dissero che noi non avremmo potuto affermarci nella politica italiana", Roma e Torino "sono gli aerei della missione impossibile, l'aereo impossibile del M5S  è decollato e noi cambieremo la quota e andremo sempre più in alto. L'obiettivo? L' obiettivo è che l'impossibile non c'è. Dall'inizio ci hanno detto è impossibile che ci riusciate, il sistema reagirà. Il sistema sta reagendo".

RENZI AMMETTE: VITTORIA M5S NETTA. "Credo che si debba essere molto chiari e chiamare le cose con il loro nome. Tra ieri e il 5 giugno hanno votato 1.300 comuni e ci sono risultati molto diversi, sono dati molto articolati e frastagliati. Noi confermiamo che si tratta di un voto che ragioni di forte valenza territoriale. Però c'è un dato nazionale. C'è una vittoria molto netta del M5S che va chiamata con il suo nome", afferma il premier Renzi in conferenza stampa. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata