M5S a Pd: Legge elettorale entro 100 giorni. Confronto su riforme, ma serve idea di Paese

Roma, 1 lug. (LaPresse) - "Il nostro obiettivo è dare al Paese una legge elettorale entro 100 giorni che garantisca non solo governabilità, ma anche stabilità". Così la delegazione del Movimento 5 Stelle, composta da Luigi Di Maio, Danilo Toninelli, Maurizio Buccarella e Paola Carinelli, risponde sul blog di Beppe Grillo alla lettera del Partito democratico sulla richiesta di un incontro sulla legge elettorale e le riforme. La risposta si apre all'insegna della cordialità: "Gentile segretario Matteo Renzi - si legge - riteniamo molto positivo il fatto che abbiate accolto la nostra richiesta di incontro per un secondo tavolo sulla legge elettorale. In questo momento i cittadini italiani chiedono un dialogo produttivo ed efficace per arrivare a risultati immediati". La delegazione pentastellata non risparmia però una stoccata al premier e al suo partito. "Abbiamo le idee chiare - scrivono - e siamo contenti che il nostro confronto sia iniziato proprio dal Democratellum, la legge votata in rete da centinaia di migliaia di cittadini iscritti al portale del Movimento 5 Stelle, quegli stessi cittadini che ratificheranno il risultato del nostro dialogo. L'argomento è molto importante e per questo non può esserci modalità migliore di un nuovo tavolo di confronto. Vorremmo che si facesse in streaming a garanzia di una trasparenza che avremmo voluto vedere anche nei vostri incontri sulle riforme con Forza Italia". L'apertura dei 5 Stelle al Partito democratico si spinge anche oltre la legge elettorale, ma non è incondizionata. "Ci vediamo giovedì - scrivono - 'senza mettere troppa carne al fuoco', come avete detto. Se volete parlare di riforme costituzionali, vi ribadiamo la nostra disponibilità ad aprire un tavolo di confronto, ma vorremmo capire meglio che idea di Paese avete: vedere il vostro partito oggi votare l'immunità parlamentare ha lasciato sbigottiti molti italiani. Un Parlamento pulito e una Paese migliore passano anche da una buona legge elettorale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata