Lorenzin: Utero in affitto è abominio, crudele negare madre ai bambini
"Si lotta contro la pena di morte, perché non farlo anche contro questa pratica?"

 "Quella di Vendola è stata una scelta molto forte, che ha messo tutti di fronte alla realtà delle cose: cosa significa maternità surrogata. E la maggior parte delle persone, di fronte a questo, crede ancora che un bimbo abbia diritto a una mamma e un papà. Privarlo a priori della madre è una crudeltà, non le pare?". Così la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, in una intervista a Repubblica. "Prima di tutto - spiega - c'è il diritto del bambino di avere un padre e una madre" e per questo "invece che di adozioni per tutti, parlerei finalmente dei diritti e dei sogni dei bambini. Le nuove norme non devono servire per i genitori in attesa di adottare, ma per i bimbi in stato di abbandono". Per questo, ribadisce Lorenzin, "sono contraria alla stepchild", stralciata dal ddl Cirinnà, che "in realtà vuole aprire la strada all'automatismo per l'utero in affitto, che è altra cosa" rispetto all'adozione del figliastro. La maternità surrogata, dice la ministra, "è un abominio, mi batterò per abolirlo. Si lotta contro la pena di morte, perché non farlo anche contro questa pratica?".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata