Lombardia, Ambrosoli dice no a candidatura per centrosinistra

Milano, 21 ott. (LaPresse) - L'avvocato Umberto Ambrosoli ha rinunciato alla candidatura a governatore della Lombardia nelle fila del centrosinistra. Lo ha reso noto su Twitter. Umberto Ambrosoli è il figlio di Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, ucciso su ordine del banchiere Sindona nel 1979. Su Twitter, Umberto Ambrosoli ha scritto: "Servire la collettività, vivere la responsabilità politica è la piú nobile delle ambizioni; ringrazio quanti mi ritengono all'altezza". Poi ha postato: "Tuttavia, la tempistica oggi disponibile impedisce di realizzare l'unico progetto nel quale riesco a immaginare una mia candidatura".

Questo il programma: "a) creazione di un gruppo di persone estremamente competenti sulle principali tematiche regionali, b) elaborazione di un programma concreto da proporre ai cittadini lombardi e intorno al quale impegnare una coalizione ampia e trasversale, c) condivisione con i partiti aderenti circa i criteri selettivi (estremamente rigidi e severi) dei candidati al Consiglio, d)condivisione dei meccanismi di trasparenza, a partire dalla campagna elettorale". Poi twitta il suo ringraziamento: "grazie ha tutti coloro che mi hanno incitato (rendendo intenso il ...'mumble mumble' di questi giorni)".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata