Libia, Santa Sede: Violenza inaccettabile ma anche offese

Città del Vaticano, 12 set. (LaPresse) - "Una violenza inaccettabile ma anche ingiustificate offese" sono dietro i fatti di questa mattina della Libia. La Santa Sede, attraverso il portavoce della Sala stampa vaticana, padre Lombardiá chiede "Il rispetto profondo per le credenze, i testi, i grandi personaggi e i simboli delle diverse religioni è una premessa essenziale della convivenza pacifica dei popoli".

"Le conseguenze gravissime delle ingiustificate offese - dice ancora padre Lombardi - e provocazioni alla sensibilità dei credenti musulmani sono ancora una volta evidenti in questi giorni, per le reazioni che suscitano, anche con risultati tragici, che a loro volta approfondiscono tensione ed odio, scatenando una violenza del tutto inaccettabile".

"Il messaggio di dialogo - conclude il portavoce della sala stampa - e di rispetto per tutti i credenti delle diverse religioni che il Santo Padre si accinge a portare nel prossimo viaggio in Libano indica la via che tutti dovrebbero percorrere per costruire insieme la convivenza comune delle religioni e dei popoli nella pace".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata