Libia, Pinotti: Nessuna richiesta di nostro intervento militare
"Noi facciamo un'altra cosa, stiamo curando i feriti per la ripresa di Sirte"

Un coinvolgimento dei militari italiani in Libia? "Ne' al momento, ne' per tutte le interlocuzioni che ho avuto con i libici fino ad oggi, ci sara' una richiesta del genere da parte dellla Libia, che ha un popolo diviso ma molto orgoglioso e che ritiene che la gestione della sicurezza sul proprio territorio debba essere fatta dai soldati libici". Cosi' il ministro della Difesa Roberta Pinotti, ospite di Gerardo Greco, intervenendo ad Agora'.

"In Libia noi facciamo un'altra cosa - ha detto Pinotti- stiamo curando i feriti per la ripresa di Sirte. Insieme all'Europa cominceremo ad addestrare la guardia costiera libica che dovrebbe essere quella in grado di presidiare le coste- ha poi aggiunto il ministro Pinotti- noi abbiamo messo i medici nella terra di Libia e abbiamo una stella polare per quello che riguarda tutte le missioni internazionali, facciamo le cose che ci vengono richieste quando riteniamo che siano utili. In questo caso la Libia ci ha detto l'Isis in terra libica lo combattiamo noi e lo stanno facendo".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata