Libia, Montecitorio dà il via libera alla missione navale: 328 sì
La ministra Pinotti ha precisato: "Nessuna ingerenza, il compito è rafforzare la sovranità"

Passa alla Camera con 328 sì e 113 no la risoluzione della maggioranza sulla missione in Libia. Ieri, il ministro della Difesa Roberta Pinotti, ascoltata dalle commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato, ha messo in chiaro quali saranno i confini della missione navale: "Escludo categoricamente che si possa trattare di un blocco navale, che è un atto ostile. Non stiamo parlando di questo, ma di una richiesta di sostegno ed aiuto alla Guardia costiera libica"italiana in Libia assicurando che: "Tutte le attività si svolgeranno sulla base delle esigenze delle autorità libiche e, quindi, nel più stretto coordinamento con loro. Non si profila alcuna ingerenza o lesione della sovranità libica. Il nostro obiettivo è di rafforzare tale sovranità". La richiesta di 'supporto' arrivata lo scorso 23 luglio dal premier libico Fayez al Sarraj, avrà quindi l'obiettivo di  gestire il flusso di migranti dall'Africa all'Europa.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata