Libia, direttiva Salvini: Rischio terroristi, Mare Jonio rispetti norme

Roma, 16 apr. (LaPresse) - Approfittando del caos libico centinaia di terroristi islamici potrebbero arrivare in Italia. Da questa consapevolezza muove 'l'ammonimento' firmato dal ministro dell'Interno Matteo Salvini alla nave 'Mare Joinio' che da due giorni è di nuovo in mare. Dopo essere partitqa questa mattina da Lampedusa è diretta nella zona Search and Rescue libica. Salvini invita le autorità a vigilare affinché "il comandante e la proprietà della Nave 'Mare Jonio' - si legge nella direttiva emanata ieri dal Viminale - si attengano alle vigenti normative nazionali ed internazionali in materia di coordinamento delle attività di soccorso in mare e di idoneità tecnica dei mezzi impiegati per la citata attività; rispettino le prerogative di coordinamento delle Autorità straniere legittimamente titolate ai sensi della vigente normativa internazionale al coordinamento delle operazioni di soccorso in mare nelle proprie acque di responsabilità dichiarate e non contestate dai paesi costieri limitrofi; non reiterino condotte in contrasto con la vigente normativa nazionale ed internazionale in materia di soccorso in mare, di immigrazione, nonché con le istruzioni di coordinamento delle competenti Autorità". "Le Autorità militari e di polizia destinatarie del presente atto ne cureranno l'esecuzione, a partire da ogni possibile forma di notificazione ed intimazione agli interessati, e la stretta osservanza", conclude Salvini.

(Segue).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata