Libia, Di Maio: Toni duri da governo causa indiretta di instabilità

Milano, 15 apr. (LaPresse) - "La situazione in Libia è preoccupante e alcuni toni duri adottati in questi giorni, anche all'interno del governo, possono essere causa indiretta di ulteriore instabilità. Non a caso il presidente libico Fayez Serraj ha dichiarato che 800mila migranti sono pronti a partire verso l'Italia". Lo scrive su Facebook il vicepremier, Luigi Di Maio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata