Libia, Comitato sicurezza: Necessario intensificare impegno

Roma, 24 mag. (LaPresse) - "Il deteriorarsi della situazione di sicurezza in Libia induce ad intensificare l'impegno italiano per favorire il consolidamento e la stabilità delle istituzioni libiche". Lo si apprende da una nota di Palazzo Chigi, dopo che questa mattina il Comitato interministeriale per la Sicurezza della Repubblica (Cisr) si è riunito, presieduto dal presidente del Consiglio, Enrico Letta, con la partecipazione del Sottosegretario con delega ai Servizi, Marco Minniti, e dei ministri di Interno, Esteri, Difesa, Giustizia, Economia e Sviluppo Economico, per fare il punto sulle principali situazioni internazionali di crisi, con particolare riguardo alle evoluzioni in Siria ed in Libia.

Il Comitato, si legge ancora nella nota, "si è anzitutto soffermato sulle prospettive di soluzione politica del conflitto in Siria, alla luce sia dell'attività diplomatica in corso nei fori internazionali e regionali, sia degli sviluppi sul terreno. In tale contesto, sono state oggetto di approfondimento le condizioni di sicurezza nelle diverse aree del territorio siriano". Quanto alla Libia, l'obiettivo è quello di "promuovere la capacità di governo", anche "al fine di prevenire fenomeni che rischierebbero di ripercuotersi sugli interessi nazionali italiani, come l'incremento di flussi migratori illegali o possibili situazioni di rischio per gli investimenti diretti di aziende italiane in Libia". Il Comitato, specificano ancora da Palazzo Chigi, ha inoltre ribadito che "tutte le competenti strutture dello Stato continueranno ad operare in maniera coordinata, e con il massimo impegno e professionalità, per la positiva soluzione dei casi di cittadini italiani scomparsi o rapiti all'estero".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata