Libia, Berlusconi: Bene Governo, considerare intervento militare

Roma, 15 feb. (LaPresse) - "Accogliamo con favore l'intento del Governo di non abdicare alle responsabilità che ci derivano dal ruolo che il nostro paese deve avere nel Mediterraneo e nella difesa del nostro continente, della sua civiltà e dei suoi valori di libertà, oggi minacciati". Così il leader di Fi Silvio Berlusconi in una nota. "Un intervento di forze militari internazionali, sebbene ultima risorsa - aggiunge - deve essere oggi una opzione da prendere in seria considerazione per ristabilire ordine e pace".

"La drammatica evoluzione della situazione in Libia - sottolinea Berlusconi - è la dimostrazione di quanto furono sbagliate le scelte occidentali relative al Nord Africa negli anni passati. Scelte che non abbiamo mai mancato di criticare e denunciare, ben prefigurando quali nefasti scenari futuri avrebbero prodotto". "Oggi purtroppo - aggiunge il leader di FI - la realtà ci dà ragione. L'Italia non può tollerare la minaccia derivante dall'esistenza di un califfato dichiaratamente ostile alle proprie porte, sulle coste di uno Stato, la Libia appunto, ormai totalmente fuori controllo e distante poche centinaia di chilometri dalle nostre coste".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata