Letta: Eventi di Brescia inaccettabili, Governo a rischio tenuta

Sarteano (Siena), 12 mag. (LaPresse) - "Fatti come quelli di Brescia sono considerati inaccettabili, anche perché sono legati alla capacità di tenuta dell'esecutivo". Lo ha detto Enrico Letta durante i lavori con i suoi ministri all'abbazia di Spineto in Toscana, secondo quando riferisce il suo portavoce Gianmarco Trevisi. Alfano ha però chiarito che non si è trattata di una kermesse contro i giudici ma di una manifestazione elettorale a sostegno del candidato sindaco". Durante i lavori, ha poi sottolineato che "il Pdl non abbassa la sua bandiera: non prevede nessun appiattimento della sua politica e continua a stare accanto al suo leader Berlusconi".

"Da parte di Letta - ha specificato ancora il suo portavoce durante l'incontro con i giornalisti in serata - è arrivato ai ministri l'invito a concentrarsi sul lavoro da fare, invitando a tenere distinte la politica dalle politiche". Il presidente del Consiglio ha poi invitato i ministri a "evitare l'effetto annuncio: ciò che conta sono i provvedimenti". La logica che ha proposto per i singoli ministri è "un confronto con i capigruppo parlamentari e in commissione, per portare avanti insieme, governo e Parlamento, i contenuti programmatici".

Sia Enrico Letta che Angelino Alfano hanno chiesto ai ministri, radunati presso l'abbazia di Spineto, "di concentrarsi sull'attività di governo" e hanno avanzato "una richiesta di buonsenso: no a maggioranze variabili su singoli provvedimenti".


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata