Legittima difesa, Salvini: "Sto sempre con l'aggredito, il mestiere del rapinatore è rischioso"

Matteo Salvini non cambia idea sul caso del tabaccaio che vicino a Ivrea ha ucciso un ladro. Secondo l'autopsia gli avrebbe sparato alla schiena dal balcone e non durante una colluttazione, come raccontato invece dal commerciante. "Ribadisco che sono e sarò sempre al fianco dell'aggredito e mai dell'aggressore. Lascio ai giudici stabilire chi ha fatto cosa. Il mestiere del rapinatore è rischioso", le parole del vicepremier leghista durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri che ha dato il via libera al decreto sicurezza bis.