Legge stabilità, De Girolamo: Canone Rai in bolletta? Ci opporremo

Roma, 21 nov. (LaPresse) - "L'introduzione del canone Rai nella bolletta della luce è un'assurdità e ci opporremo con forza. Non è pensabile che per recuperare i 650 milioni di euro derivanti dal mancato gettito si pensi a inserire una tassa, come lo è il canone Rai, in una tariffa". Così la capogruppo Ncd alla Camera, Nunzia De Girolamo. "E' ovvio che l'evasione va combattuta - spiega la capogruppo Ncd - ma non crediamo che questa sia la strada giusta.

Infatti il primo effetto sarebbe quello di rendere ancora più complicata la vita alle imprese fornitrici di energia elettrica e soprattutto agli utenti e alle famiglie italiane già in grande difficoltà per l'eccesso di tassazione del nostro Paese. Come riteniamo un'anomalia l'ipotesi circolata di far pagare il canone Rai anche a chi possiede un pc o uno smartphone, implicando che il solo possesso presupponga un determinato utilizzo. Non accetteremo mai che sia lo Stato a decidere dell'uso che facciamo dei nostri apparecchi elettronici".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata