Legge stabilità, Alemanno: Meno tagli o dimissioni di massa sindaci

Roma, 17 dic. (LaPresse) - I minori tagli per i Comuni devono arrivare a "cinquecento milioni o salteranno tutti i Comuni italiani. Noi sindaci siamo pronti anche alle dimissioni di massa". Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, a margine dei lavori della commissione Bilancio del Senato sul disegno di legge di stabilità. L'emendamento presentato dai relatori, Giovanni Legnini (Pd) e Paolo Tancredi (Pdl), al disegno di legge, prevede minori tagli per i Comuni pari a 250 milioni di euro.

Alemanno ha spiegato che la capigruppo del Senato prenderà in esame un emendamento che aumenta l'importo dei minori tagli ai Comuni da 250 a 500 milioni di euro. La copertura finanziaria, ha spiegato il primo cittadino di Roma, sarebbe garantita da un aumento dei tagli ai ministeri per il prossimo anno. "Se così non sarà - ha aggiunto - non riusciremo a chiudere i bilanci".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata