Legge elettorale, Boldrini: Nessun braccio di ferro Camera-Senato

Roma, 19 dic. (LaPresse) - Sulla legge elettorale "non c'è stato alcun braccio di ferro, tra Camera e Senato. Nessuna gara". Così la presidente della Camera Laura Boldrini nel corso del tradizionale scambio di auguri con la stampa parlamentare. "Con il presidente Grasso abbiamo lavorato agevolmente. Poteva essere un'impresa burrascosa ma non è stato così perché l'obiettivo comune è superare l'impasse".

Dopo la sentenza della Corte costituzionale, ha detto poi la Boldrini, "non vedo alcuna incertezza. La stessa Corte dice che le Camere possono legittimamente pervenire alla scrittura di una legge elettorale, che la Camera può continuare operare nella pienezza dei suoi poteri. Non solo può ma deve farlo, è solo l'inazione che ci delegittima non la sentenza".

"Ho incontrato Sisto (il presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, ndr.) - ha spiegato infine la presidente della Camera - e mi ha dato rassicurazioni sui tempi dell'esame della legge elettorale in commissione. Molto dipenderà dalla volontà dei gruppi, sono i gruppi che decidono. Quale legge sarà la più indicata non sta a me dirlo. Il mio obiettivo è che si arrivi il prima possibile a una riforma della legge elettorale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata