Legge elettorale, Berlusconi: No a correttivi maggioritari
"Siamo contrari a preferenze, serve una legge omogenea"

"Occorre una legge elettorale che consenta un'effettiva corrispondenza fra il voto espresso dagli italiani e la rappresentanza in Parlamento, evitando correttivi maggioritari". Così Silvio Berlusconi in una nota dopo aver partecipato al "tavolo di lavoro" di Forza Italia sulla legge elettorale.

 "Forza Italia ribadisce  la necessità di leggi elettorali organiche, omogenee e fra loro coerenti, fra Camera e Senato, come più volte raccomandato dal Capo dello Stato" e "considera infine necessario che il rapporto fra elettori ed eletti sia garantito attraverso strumenti chiari e realmente efficaci, evitando in ogni caso il ricorso al voto di preferenza".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata