Lega, legale: Da rendiconto PWC criticità in gestione pregressa

Milano, 27 lug. (LaPresse) - Nel redigere la relazione sul rendiconto per il 2011 che la Lega nord dovrà presentare entro il 31 luglio a Camera e Senato per ottenere i rimborsi elettorali, la società di revisione Price Waterhouse Coopers ha "evidenziato criticità nella gestione pregressa" dei conti del Carroccio. Lo ha spiegato l'avvocato della Lega Nord, Domenico Aiello, in procura a Milano per presentare al procuratore aggiunto Alfredo Robledo alcune querele a firma di Roberto Maroni e Roberto Calderoli. Il legale ha spiegato che il lavoro di Price Watehouse Coopers "è stato molto soddisfacente" perché la relazione sul rendiconto "è stata redatta secondo le indicazioni di un audit terzo" che deve necessariamente attenersi "all'obbligo di buona fede".

Nella gestione dell'ex tesoriere Francesco Belsito, indagato dalle procure di Milano, Napoli e Reggio Calabria, la società di audit ha identificato "ampie criticità" che sono proseguite fino alle dimissioni dello stesso Belsito, il 16 aprile scorso. Gli ultimi tre mesi sono serviti al Carroccio "solo per ricercare documenti - ha spiegato Aiello - anche perché un vero e proprio passaggio di consegne" al nuovo tesoriere Stefano Stefani "non è ancora avvenuto". Il lavoro della società di revisione verrà presentato in procura a Milano nei prossimi giorni. Quanto alle querele presentate oggi, l'avvocato del Carroccio non ha voluto dire chi sono i destinatari ma ha precisato che i vertici del partito "sono pronti a costituirsi parte civile in caso di processo per il danno d'immagine che il partito ha avuto" a seguito delle inchieste.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata