Lazio, si allarga lo scandalo fondi: indagato capogruppo Idv

Roma, 10 ott. (LaPresse) - Si allarga lo scandalo dei fondi pubblici in Regione Lazio. Stamane la guardia di finanza è tornata alla Pisana, sede del consiglio regionale: questa volta nel mirino il capogruppo dell'Idv, Vincenzo Maruccio, che risulta indagato per peculato. Il partito aveva appena tappezzato la città di manifesti con la scritta 'un'altra storia', per la festa Idv in programma dal 28 settembre. Maruccio avrebbe sottratto dai fondi del partito circa 700mila euro, 500mila in bonifici e 200mila in contanti. L'inchiesta, partita da una segnalazione della Banca d'Italia, è condotta dal pm Stefano Pesci e dal procuratore aggiunto Alberto Caperna. Maruccio si è immediatamente dimesso dal partito, da coordinatore regionale, dal suo ruolo di capogruppo e da consigliere. E' stato lo stesso leader del partito, Antonio Di Pietro, a chiedergli di fare un passo indietro: "Questa - ha detto Di Pietro - è la risposta concreta quando interviene la magistratura. Ci auguriamo che tutti gli altri partiti facciano così". E ancora: "La politica non può più vivere come in questi venti anni, facendo finta che nulla accade e aspettando la magistratura nel cui lavoro confidiamo e cui esprimiamo la nostra solidarietà". Intanto il tribunale del riesame ha confermato il carcere per l'ex capogruppo del Pdl, Franco Fiorito, respingendo l'istanza di scarcerazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata