Lavoro, Gasparri su Jobs act: Capolavoro di vacuità, recita continua

Roma, 9 ott. (LaPresse) - "Renzi sta diventando il più grande perdente di successo della politica italiana. Ogni cosa che presenta è ammantata di un'aura rivoluzionaria, ma nella sostanza non cambia nulla. Retromarce su tutto, solo fumo negli occhi. Così per il Jobs act, che doveva essere la grande riforma del lavoro e invece, a partire dall'intoccato articolo 18, è un capolavoro di vacuità.

Deleghe approvate sostanzialmente in bianco, che non smuoveranno nulla nel mondo del lavoro". Lo afferma il senatore Maurizio Gasparri (Fi) in una nota diffusa dal suo ufficio stampa.

"Intanto i fondamentali dell'economia continuano a peggiorare - aggiunge il senatore Gasparri - le imprese continuano a chiudere o a licenziare, le tasse, a partire da quelle sulla casa, tra ottobre e dicembre daranno un'altra mazzata agli italiani, lo spettro di un nuovo aumento dell'iva è sempre in agguato. La recita continua e Forza Italia non può che stare dall'altra parte".

ilb/egr

091306 Ott 2014

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata