La Camera salva anche Romano

Roma, 28 set. (LaPresse) - Dopo Marco Milanese la Camera ha respinto anche la mozione di sfiducia contro il ministro dell'agricoltura Saverio Romano. 294 i sì alla sfiducia, 315 i no. Alla votazione sulla mozione di sfiducia al ministro Romano hanno preso parte 609 deputati. Contro la sfiducia hanno votato: Pdl, Lega e Popolo e Territorio (Responsabili). A favore: Pd, Idv e Terzo Polo (Udc,Fli e Api). Non hanno preso parte alla votazione i sei deputati radicali.

Romano dopo che l'assemblea di Montecitorio ha respinto la mozione di sfiducia nei suoi confronti, si è recato nella Sala del Governo, adiacente all'aula della Camera, per incontrare il premier Silvio Berlusconi, come già avvenuto poco prima in aula.

"Non sono 315 voti a mio favore, ma 315 voti contro la mozione: un dato positivo, una maggioranza qualificata. C'è spazio per fare le riforme. Continuiamo fino a fine legislatura" ha detto il ministro dell'Agricoltura.

"Con il presidente Berlusconi ci siamo abbracciati e abbiamo fatto i conti e lui mi ha detto: '315 voti con gli assenti giustificati significa che la maggioranza è di 325'". Ha aggiunto Romano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata