L'ultimatum di Di Maio: "Al governo con la Lega o con il Pd"
Luigi Di Maio lancia l'ultimatum sulla formazione del futuro governo alla vigilia delle consultazioni con il capo dello Stato. "Il M5S è pronto a fare un'alleanza, ma non con tutti" spiega il candidato premier pentastellato in una intervista in tv. "I partiti scelti come possibili interlocutori per un "contratto di governo sono il Pd o la Lega", chiarisce. Immediata la replica del segretario del Carroccio Salvini che esclude qualsiasi alleanza con il Partito democratico, bocciato dagli italiani e sottolinea che la coalizione che ha preso più voti è quella di centrodestra e da questa si riparte, dialogando senza veti o imposizioni. La proposta è subito bocciata dal capogruppo al Senato del Pd, Andrea Marcucci che la definisce irricevibile.